Contratto

Contratto


Gestione del contratto 

Per stipulare un nuovo contratto gas, subentrare a un precedente utente o cessare il proprio contratto attivo è possibile:

  • Telefonare al Servizio Clienti al Numero verde 800.991.111
  • Recarsi presso uno degli sportelli Hera Comm Marche sul territorio

La documentazione che è necessario produrre per le diverse operazioni varia in base alla tipologia del Servizio.
 
Dettaglio di gestione del contratto GAS 

Il contratto per la fornitura di gas prevede tre operazioni principali, che seguono procedure standardizzate e conformi alla normativa vigente in tema di sicurezza degli impianti.
Se desidera attivare ex novo una fornitura gas, il cliente stipula con Hera Comm Marche un nuovo contratto per prima attivazione: in questo caso è necessario produrre tutta la documentazione prevista ai fini dei controlli di sicurezza degli impianti a gas (Delibera ARERA 40/2014).


La procedura di voltura o subentro, come nuovo titolare della fornitura, permette invece di modificare il nominativo del precedente intestatario del contratto e, contestualmente, scegliere una delle offerte economiche disponibili al momento della stipula del nuovo contratto. Se il contatore è aperto si esegue una voltura, se si deve riattivare un contatore chiuso, già utilizzato in precedenza, si esegue un subentro.


Il cliente che desidera interrompere l’erogazione del servizio gas richiede infine la cessazione del contratto.
 
Stipulare un nuovo contratto GAS per prima attivazione

Per stipulare un nuovo contratto di fornitura gas il cliente può rivolgersi agli sportelli sul territorio, allegando la documentazione richiesta. Non è possibile effettuare la domanda telefonicamente.
Per attivare una nuova fornitura è necessario che l'allacciamento alla rete sia completato con la predisposizione dell'attacco e che sia presente un contatore già installato o un rubinetto libero. Qualora il contatore sia già installato, il cliente deve comunicare la matricola del contatore, ovvero il suo numero identificativo.
La procedura di attivazione prevede che il cliente compili l’allegato H/40 (conferma della richiesta di attivazione della fornitura gas) e faccia compilare dall’installatore l’allegato I/40 (Attestazione di corretta esecuzione dell’impianto). I moduli vengono forniti al cliente da chi realizza l’impianto domestico, se questi non dovesse provvedere, possono essere richiesti a Hera Comm Marche.
Compilando l’allegato H/40, il cliente riporta i dati relativi all’impianto da attivare e si impegna a non utilizzarlo fino a che l'installatore non abbia rilasciato la "dichiarazione di conformità" prevista dalla legge n. 46/90, relativa agli edifici adibiti ad abitazione civile, o dichiarazione equipollente in caso l’impianto non sia soggetto alla legge n. 46/90.
L’allegato I/40 deve essere compilato e firmato dall’installatore, che lo consegna al cliente insieme alla ulteriore documentazione prevista e indicata nel modulo stesso.
I moduli e la documentazione vanno preferibilmente consegnati presso gli sportelli di sede, a seguito dell'esito positivo dell'accertamento effettuato dal distributore, Hera Comm Marche provvederà a fissare un appuntamento con il cliente per l'attivazione della fornitura entro dieci giorni lavorativi. Si precisa che, in alternativa, la documentazione può essere spedita via posta o consegnata in un qualsiasi sportello Hera Comm Marche.
Se la documentazione consegnata dal cliente non è completa e congrua, il distributore invierà una comunicazione al cliente e ad Hera Comm Marche per informarli che non è possibile procedere all'accertamento documentale.
Trascorsi 30 giorni lavorativi dalla comunicazione inviata al cliente, qualora la documentazione mancante non sia stata consegnata,il distributore chiuderà la pratica, informando Hera Comm Marche, e il cliente dovrà effettuare una nuova richiesta. In questo caso non saranno addebitati i costi di accertamento.
Il distributore eseguirà nel contempo un accertamento sul modulo I/40 e sugli allegati tecnici obbligatori per verificare che la documentazione relativa all’impianto sia completa e rispetti le norme di sicurezza. Se l’accertamento avrà esito positivo, il distributore comunicherà ad Hera Comm Marche che è possibile contattare il cliente al fine di fissare l'appuntamento di installazione o di apertura contatore. In caso di esito negativo dell'accertamento documentale, l'appuntamento non sarà fissato ed il distributore provvederà a informare il cliente ed Hera Comm Marche, spiegando le motivazioni del rifiuto e informando il cliente che sarà addebitato il costo dell'accertamento.
Il contratto di fornitura viene spedito al cliente tramite posta. La copia che riporta la dicitura “copia da restituire firmata all’azienda”, dopo essere stata compilata e firmata, deve essere rispedita entro 30 giorni dalla data di ricevimento.
Il costo della stipula di un nuovo contratto per la fornitura gas è pari a € 30 + IVA per contatori con calibro fino al G6 incluso (per contatori con calibro maggiore il costo è di € 45 + IVA) come contributo per l’installazione o per l’apertura del contatore. A tale importo vanno aggiunti  i costi  del distributore per l’accertamento sulla documentazione consegnata pari a:

  • € 47 + IVA per impianti fino a 35 Kw di portata termica complessiva
  • € 60 + IVA per impianti superiori a 35 Kw e fino a 350 Kw di portata termica complessiva
  • € 70 + IVA per impianti superiori a 350 Kw di portata termica complessiva.

Gli importi, unitamente a un deposito cauzionale che verrà restituito al recesso dal contratto o conguagliato con gli ultimi consumi, saranno addebitati sulla prima bolletta.
Nel caso di attivazione della modalità di pagamento con addebito diretto in c/c, il deposito cauzionale non viene addebitato.

  • Scarica l'Allegato H/40 (29 Kb - PDF)
  • Scarica l'Allegato I/40 (109 Kb - PDF)
  • Scarica gli Allegati Tecnici Obbligatori alla Dichiarazione di Conformità (232 Kb - PDF)
  • Scarica le istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori alla Dichiarazione di Conformità (6738 Kb - PDF)
  • Gli sportelli sul territorio
     

Voltura o Subentro  

Contattando il Servizio Clienti (numero verde 800 991 111) o recandosi presso uno degli sportelli Hera Comm Marche, il cliente può cambiare l’intestazione del contratto attivo (voltura), per modificare il nominativo del titolare della fornitura, o riattivare un impianto già utilizzato in precedenza (subentro).
In entrambi i casi, le condizioni economiche applicate alla nuova fornitura gas saranno quelle disponibili al momento della stipula del contratto. Affinché il cambio d'intestazione sia possibile, è necessario che il cliente subentrante non abbia a proprio carico fatture insolute su un suo precedente rapporto contrattuale con il Gruppo Hera e, in tal caso, che provveda a saldarle. Per l’apertura del contatore è obbligatorio possedere un contratto d’affitto regolarmente registrato presso l’Agenzia delle Entrate o, in caso di proprietà, avere a disposizione i dati catastali dell’immobile che si trovano nell’atto di acquisto della casa o nella visura catastale.
Il contratto viene spedito al cliente tramite posta o via e-mail. La copia che riporta la dicitura "copia da restituire firmata all'azienda", dopo essere stata compilata e firmata, deve essere rispedita entro 30 giorni dalla data di ricevimento.
Gli importi, unitamente a un deposito cauzionale, che viene applicato se il cliente sceglie di pagare le bollette tramite bollettino (che verrà restituito al recesso o dopo attivazione di domiciliazione bancaria o postale), saranno addebitati sulla prima bolletta.

Voltura

E' la variazione d'intestazione di un contratto attivo, con applicazione delle condizioni economiche disponibili al momento della stipula del nuovo contratto. La voltura consente di non interrompere l'erogazione dei servizi.
I documenti da presentare per la voltura sono:

  • Codice fiscale
  • Dati anagrafici
  • Destinazione d’uso
  • Indirizzo di recapito della bolletta
  • Indirizzo di ubicazione della fornitura
  • Codice PdR
  • Matricola del contatore oppure codice contratto del precedente intestatario
  • Lettura del contatore
  • Superficie
  • Potenzialità/portata dell’impianto
  • Indirizzo di spedizione dell'ultima bolletta del precendente titolare

Se, nonostante il contatore sia già attivo, il cliente chiede che venga effettuata la lettura (invece di fornire l'autolettura), vengono addebitati anche i costi per la lettura, pari a € 30 + IVA.
 

Subentro

E' la variazione d'intestazione di un contratto cessato, con applicazione delle condizioni economiche disponibili al momento della stipula del nuovo contratto. In questo caso il contatore è chiuso ed è previsto un appuntamento per il ripristino della fornitura.
I documenti da presentare per il subentro sono::

  • Codice fiscale
  • Dati anagrafici
  • Destinazione d’uso
  • Indirizzo di recapito della bolletta
  • Indirizzo di ubicazione della fornitura
  • Codice PdR
  • Matricola del contatore oppure codice contratto del precedente intestatario
  • Superficie
  • Potenzialità/portata dell’impianto
  • Numero di telefono per l’appuntamento e presenza in loco di un referente

Per riattare la fornitura di gas è necessario procedere alla verifica di attivazione, attraverso la quale un tecnico della società di distribuzione localmente competente controlla la tenuta dell'impianto interno del gas. La tenuta viene certificata da un modulo sottoscritto dall'operatore e dal cliente (Modulo di attivazione fornitura Gas) al momento dell'attivazione della fornitura.
Il costo del subentro è pari € 30 + IVA per la riapertura del contatore chiuso con calibro fino al G6 incluso (per contatori con calibro maggiore il costo è di € 45 + IVA).
 

Cessazione del contratto con disattivazione del contatore

Andando sui Servizi Online (servizionline.gruppohera.it), contattando il Servizio Clienti (numero verde 800 991 111) o recandosi presso uno degli sportelli Hera Comm Marche, l’intestatario del contratto  può richiedere la cessazione della fornitura di gas, con conseguente piombatura del contatore e addebito dei consumi registrati fino al momento dell'effettiva interruzione dell'erogazione.
Alla richiesta del cliente di cessazione del contratto, si provvederà a fissare con il cliente un appuntamento per procedere alla piombatura. Alcune società di distribuzione richiedono necessariamente la presenza del cliente per il giorno e nella fascia oraria concordati, indipendentemente che il contatore sia esterno o interno all'immobile.
E’ molto importante fare sigillare il contatore del gas o far eseguire la voltura ai nuovi occupanti prima di perdere la titolarità dell’immobile in quanto, se successivamente al rilascio dell’immobile il contatore non viene sigillato o il contratto non viene volturato, i consumi del gas saranno addebitati al cliente uscente per tutti i periodi successivi.


I tempi massimi per l'esecuzione dell'intervento sono 5 giorni lavorativi.
I documenti da presentare per soddisfare la domanda sono:

  • Nome intestatario
  • bicazione fornitura
  • Codice contratto

Il costo di tale operazione è di € 30 + IVA per contatori con calibro fino al G6 incluso (per contatori con calibro maggiore il costo è di € 45 + IVA), addebitati sull’ultima bolletta, nella quale vengono inoltre calcolati i consumi effettivi del cliente, riaccreditati eventuali pagamenti per consumi presunti maggiorati e i  depositi cauzionali. Il cliente è tenuto a fornire un recapito per la ricezione della bolletta.
L’intervento di piombatura del contatore, e i costi relativi, possono essere evitati se al cliente succede un nuovo intestatario dell’utenza. In questo caso si può procedere alla Voltura.